fbpx
marți, aprilie 23, 2024

21 Febbraio – Giornata Nazionale del Braille in Italia

Trebuie citit

La Giornata Nazionale del Braille in Italia vuole rappresentare un momento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti, oppure con disabilità visiva.

Istituita con la Legge 126 del 3 agosto 2007, si celebra il 21 febbraio ogni anno, in coincidenza con la Giornata mondiale della difesa dell’identità linguistica promossa dall’UNESCO.

Inventata da Louis Braille nel 1821 per rendere possibile anche ai non vedenti di scrivere e leggere, la scrittura Braille consiste in simboli a rilievo costituiti da un massimo di sei punti. Questo geniale sistema di lettura e scrittura è stata una scoperta rivoluzionaria ed è ancora attuale, ed è sinonimo di inclusione, che consente alle persone non vedenti di accedere al patrimonio culturale scritto.

Il genio francese che l’ha concepito, Louis Braille, è stato autore di un’autentica rivoluzione sociale, con tanti benefici ed effetti su milioni di persone non vedenti in tutto il mondo.

Louis Braille, da piccolo, nell’officina del padre, un sellaio, ebbè un infortunio all’occhio sinistro, e perse la vista anche all’occhio destro per causa di un infezione.A 10 anni, vincitore di una borsa di studio a Parigi, nell’Istituto dei giovani ciechi ( Institution des Jeunes Aveugles), uno dei primi centri specializzati per non vedenti, dove ispirato da un militare – Charles Barbier de la Serre che visitò la scuola, e raccontò ai alunni di un codice basato su dodici punti per scrivere dei messaggi in rilievo, dedicato ai dispacci notturni delle forze armate, ebbè l’idea di prenderne spunto.

Così creò il metodo basato su sei punti , che oggi porta il suo nome.

Il Codice Braille ha fatto la storia e oggi permette alle persone con disabilità visiva di accedere a tutte le informazioni scritte, ed è praticamente un alfabeto tattile ed un mezzo che consente ai ciechi di „vedere” il mondo con le dita , di accedere al „mare magnum” della conoscenza universale.

Nel 2008, a Louis Braille , Torino le intitolò un giardino, un’area verde nella zona Nizza-Millefonti e nel 2009, a due cento anni della sua nascita, l’Italia ed il Belgio le hanno dedicato una moneta commemorativa di due euro.

- Publicitate -spot_img

Mai multe articole

- Publicitate-spot_img

Știri recente