fbpx
15.3 C
Province of Turin
vineri, iunie 21, 2024
INSPIRAȚIE ROMÂNEASCĂ

Lidia Maksymowicz sopravvissuta ad Auschwitz-Birkenau riceve la Cittadinanza Onoraria del Comune di Ozegna,Torino

Trebuie citit

Oggi, 2 febbraio 2024, presso il palazzetto dello Sport „Natalina Marena” di Ozegna, il sindaco del comune, Sergio Bartoli ha conferito la Cittadinanza Benemerita a Lidia Maksymowicz, sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau,e la Cittadinanza Onoraria agli attori Margherita Fumero ed Enrico Beruschi.

Questa mattina, presso il Palazzetto dello Sport di Ozegna, per MAI DIMENTICARE, è stato proiettato il docufilm „70072: la bambina che non sapeva odiare”, film realizzato in collaborazione con l’Associazione La Memoria Viva di Castellamonte (To), e con il sostegno del Comitato Resistenza e Costituzione, che racconta la storia di Lidia Maksymowicz, deportata quand’era solo una bambina di pochi anni con la madre dai territori russi ad Auschwitz.

La voce narrante è quella dell’attore di teatro Enrico Beruschi e il racconto di Lidia, sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau,ed attiva testimone dell’Olocausto, è completato dalle testimonianze di altri ex deportati come Samuel Modiano, Italo Tibaldi, Liliana Segrè ed altri.

L’importante la testimonianza di Lidia che sviluppa con grande lucidità la memoria della tragica esperienza dove fu anch’essa oggetto degli esperimenti del dottor Mengele (l’angelo della morte)che usava i bambini come cavie. Di forte impatto emotivo è il racconto di Lidia sulla ricerca e poi l’incontro con la madre – anch’essa sopravvissuta – dopo diciassette anni, nel 1962 (con il filmato d’epoca), del rapporto tra le due famiglie e con le due „madri”, quella adottiva e quella biologica.

La voce italiana di Lidia Maksymowicz nel docufilm appartiene all’attrice Margherita Fumero, che ha aiutato assieme ad Enrico Beruschi alla produzione del film.

Il ruolo della bambina Lidia è stato interpretato dalla piccola Evelyn Cretier di Castellamonte(TO) che stamattina è stata premiata dal comune di Ozegna con un Attestato di Benemerenza, così come la sg.ra Nella Falletti in Geminiani, figura attiva nell’ambito della cultura a Castellamonte.

Oggi, 2 febbraio 2024, ricordando una dei più brutti momenti della storia, ricordarli per MAI DIMENTICARE, il comune di Ozegna ha conferito la Cittadinanza Benemerita ed Onoraria a Lidia Maksymowicz in occasione del Giorno della Memoria, onorando anche gli attori Margherita Fumero ed Enrico Beruschi che hanno dato voce e soffio di vita al docufilm realizzato in Canavese e Polonia, con la Cittadinanza Onoraria.

Presente all’evento anche la Console della Polonia in Italia,a Milano, la dott.ssa Anna Golec-Mastroianni, che in assenza di Lydia Maksymowicz ha ricevuto dal sindaco Bartoli l’ Onorificenza della Cittadinanza Benemerita, per conto della scrittrice Lydia che era assente oggi.

Il sindaco Sergio Bartoli, andrà a consegnare personalmente in Polonia, a Lidia Maksymowicz la Cittadinanza Onoraria del comune di Ozegna.

Photo credit: Archivio personale Elisa Medaglia.

- Publicitate -spot_img

Mai multe articole

- Publicitate-spot_img

Știri recente